Se il parere negativo da parte della Soprintendenza arriva oltre i 45 giorni massimi fissati dal Decreto Legislativo 42/2004 (Codice del Paesaggio e dei Beni Culturali), il diniego al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica è illegittimo.

Così si è pronunciato il Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) del Veneto con la Sentenza del 14 novembre 2013, n. 1295.

In particolare, i giudici si sono pronunciati in merito al diniego dell’autorizzazione paesaggistica a procedere alla costruzione di alcuni fabbricati in area vincolata, alla luce del parere negativo reso da parte della Soprintendenza fuori il tempo limite previsto.
A tal riguardo la sentenza stabilisce che il parere negativo, anche se motivato, è nullo se arriva fuori tempo massimo.
Una nuova “bastonata” giudiziaria ricevuta dalle Soprintendenze in merito al rilascio di pareri per autorizzazioni paesaggistiche (v. articolo “Autorizzazione paesaggistica, il diniego deve essere sempre motivato”).

Fonte: Biblus-net

Sentenza 14 novembre 2013 n.1295