In base alle modifiche fiscali in materia di IVA introdotte dalla Legge di Stabilità del 2013 (Legge 228/2012), a partire dal primo gennaio 2013, tutti i professionisti, gli studi professionali e le società dovevano determinare la base imponibile ai fini del versamento del contributo previdenziale integrativo del 4% considerando il fatturato estero.

Al riguardo è intervenuta Inarcassa che ha presentato una nota interpretativa al Comitato nazionale dei delegati della Cassa, chiedendo di ripristinare il livello contributivo originario:calcolare, quindi, la base imponibile solo sul fatturato italiano, senza versare il 4% sul fatturato estero.

La proposta di Inarcassa è ora in attesa di approvazione.

Fonte: Biblus-net
Comunicato Proposta Inarcassa contributo soggettivo